Scorie radioattive. Campo: “Non si può imporre la scelta del sito. Nessuno ha informato le istituzioni e le comunità pugliesi”

Dichiarazione di Paolo Campo, presidente della V Commissione Ambiente del Consiglio regionale

È miope scegliere il sito per lo stoccaggio dei rifiuti radioattivi senza informare correttamente e diffusamente le comunità coinvolte. È quanto potrebbe accadere in Puglia ed è anche per questo motivo che il mio parere è negativo.

Attenzione, non è il classico “la Puglia ha già dato”. È solo che i pugliesi, e chi li rappresenta nelle istituzioni come me, vogliono essere messi a conoscenza e vogliono partecipare ad un processo decisionale così delicato e impattante, socialmente e ambientalmente.

Imporre un sito piuttosto che un altro senza un’adeguata campagna di informazione sulle motivazioni della scelta, i suoi effetti, le opzioni tecnologiche, ecc. avrebbe come unico effetto la contrapposizione tra lo Stato e le comunità locali. E, pur avendo profondo rispetto per le istituzioni, non avrei dubbi su quale lato della barricata collocarmi.

La Commissione Ambiente del Consiglio regionale, che ho l’onore di presiedere, è uno dei luoghi in cui affrontare il tema, peccato che ad oggi nessuno ci abbia informato o, men che meno, chiesto un parere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.